fbpx

Anton Emilio Krogh

L' Autore

Anton Emilio Krogh è nato per sbaglio a Padova, ma in sé contiene tutta la gioia drammatica del Sud al quale appartiene senza riserve. Da piccolo voleva fare il giornalista ma, visto che ora è un avvocato, nella realtà ha deciso di non diventare mai grande. La sua vita si divide fra il rigore della professione e la briosità dei fine settimana, di tanto in tanto organizza delle feste memorabili alle quali invita un migliaio di amici che accorrono da tutto il mondo. Ha esordito nella narrativa con il romanzo autobiografico “ Come me non c’è nessuno “ (Mursia), 9 edizioni, Premio Speciale Amici del Premio Elsa Morante 2017. A Novembre 2018, sempre con Mursia, torna in libreria con il romanzo "Non si può fermare l'estate”.

Image

L' Autobiografia

Come me non c'è nessuno

«Ogni vita ha il suo big-bang, il mio è stato un Twist.» Anton vive un’infanzia dorata e dolente. Solitario e silenzioso, osserva la vita frenetica dei genitori distratti dalla mondanità dei Favolosi Anni Sessanta tra Napoli e una Sicilia d’altri tempi. Unica cura alla sua disperata solitudine è la musica, è la Voce dirompente di Rita Pavone che lo salva da un profondo senso di abbandono e inadeguatezza. Da qui parte questa storia, da un incontro, da una forte amicizia tra un giovane sognatore e un’artista aperta al mondo e alla vita, dalla ferma volontà di andare oltre le convenzioni, con tenacia e incoscienza. Un twist ballato tra luci e ombre, tra gli agi e i disagi dell’esistenza che racconta gli ultimi cinquant’anni della cultura pop italiana, dal boom economico fino ai mitici Ottanta con le discoteche, la brillantina Tenax, le Timberland passando per il primo tour di Madonna, la Londra di Nick Kamen e una New York dove ogni forma di amore era già normale.

Image

Il Romanzo

Non si può fermare l'estate

«Di quella vacanza ai confini dei quarant’anni avrebbero potuto dimenticare tutto, ma non quell’abbraccio vero, fraterno, che dava loro la granitica certezza che non sarebbero mai stati soli.» Tre uomini sulla soglia dei quarant’anni, tre uomini alla resa dei conti con il giro di boa, tra esultanze e precipizi. Carlo, Ferdinando e Luca sono tre amici che la vita ha unito al liceo, la solidarietà ha salvato dal bullismo e da una società che prova a mettere all’angolo chi è diverso. Tre moschettieri contemporanei, cresciuti al grido di: «Tutti per uno e uno per tutti». Sullo sfondo di queste vite scalpitanti c’è l’estate con la sua carica sovversiva e i suoi impulsi alla libertà e al divertimento. Tre luoghi, non solo geografici, ma anche dell’anima, Napoli, Cuba e Mykonos, fanno da cornice ad amori, emozioni e sentimenti che ribalteranno le vite dei protagonisti. Proprio come fa il destino con quel mazzo di carte bizzarro e sorprendente che tiene in mano e che sempre rimescola al ritmo di un’indimenticabile colonna sonora.

Image

Blog

Covid-19. Fase 2, un sequel come Squalo 2
Aprile 25, 2020

Fase due. L’inquietante titolo del sequel di un film che nessuno di noi avrebbe mai voluto interpretare. E com ...

Leggi
La Fata Virulenza
Marzo 24, 2020

C’era una volta un regno immenso e fiorente dove tutto conviveva in grande armonia fin quando sali’ sul tron ...

Leggi
Corriere del Mezzogiorno – Il dono sciamano per il sì arcobaleno
Febbraio 26, 2020

Un sì pronunciato forte. Occhi negli occhi. Anton Emilio Krogh e Michele Schena diventano marito e marito nel ...

Leggi
Vai al Blog